Flirt EUR / JPY con minimi giornalieri vicino a 118,60

Grazie all’aumento dei rendimenti obbligazionari globali (a seguito dell’accelerazione dell’inflazione), lo yen dovrebbe rimanere debole finché il programma di controllo della curva dei rendimenti della Banca del Giappone rimarrà in vigore. A differenza dell’euro, lo yen giapponese mostra le classiche caratteristiche di rifugio sicuro e tende a rafforzarsi durante le recessioni. Lo yen si rafforzò bruscamente in risposta. A seguito della sua discussione sull’idea, si è rafforzata mentre gli operatori scommettevano su una politica monetaria più rigorosa. Inoltre, tende a indebolirsi durante i boom globali e oggi siamo chiaramente nel mezzo di uno. A differenza del posizionamento degli speculatori sull’euro, il posizionamento dello yen basato sulle medie finali di 36 mesi non è ancora all’estremo.

A seguito della crisi della zona euro, la crescita del PIL francese è rimasta debole, mentre la delusione per l’Unione europea è cresciuta. I nuovi cali dei prezzi del minerale di ferro oggi hanno pesato sull’australiano, nonostante i solidi dati sulle esportazioni cinesi. Nel complesso la tendenza è rialzista, ma acquistare al livello attuale equivale a comprare in resistenza. La tendenza del grafico giornaliero si sta muovendo in linea con il grafico mensile e settimanale. In generale, una tendenza al rialzo ha un effetto positivo sul GBP, mentre una tendenza al ribasso è vista come negativa (o ribassista). Più avanti nella sessione, le tendenze della propensione al rischio generale saranno sotto i riflettori, poiché i libri paga non agricoli di luglio sono di prossima rilevanza sul docket.

Anche il diffuso sentimento commerciale positivo nei mercati azionari europei, che tende a pesare sull’appello sicuro dello Yen giapponese, ha fatto ben poco per dare sostegno. Le prospettive riflettono le nostre opinioni sui movimenti a breve e medio termine della coppia di valute. Le previsioni settimanali includono le previsioni per le mosse previste per la prossima settimana per l’euro e lo yen giapponese.