Goldman Sachs aumenta le probabilità di una Brexit “no-deal” tra le elezioni incombenti

Non dovresti Blankfein notare tersamente la capacità di Goldman di resistere ai cambiamenti e dichiarare un impegno con le persone coinvolte, così come Dimon. Goldman ha accettato di affittare spazi per uffici in un nuovo edificio a Francoforte, dandogli spazio per un massimo di 1.000 dipendenti. Finora ha gestito gran parte delle sue attività europee dalla sede centrale di Londra, come la maggior parte delle banche di investimento, ma è stato sempre più esplicito sulla necessità di spostare le operazioni nell’UE se la Gran Bretagna lascia il mercato unico senza un accordo commerciale sostitutivo. Ha affermato che il leader laburista Ed Miliband potrebbe aumentare le sue possibilità di vittoria se avesse ottenuto buoni risultati nella campagna, rilevando che il modo in cui i collegi elettorali britannici sono attualmente divisi favorisce il lavoro. Goldman (GS) prevede di spostare centinaia di posti di lavoro da Londra a Francoforte al fine di proteggere le sue attività mentre la Gran Bretagna lascia l’Unione Europea.

Se i conservatori vincono le elezioni, è probabile che l’attenzione si rivolga rapidamente al referendum sull’adesione all’UE che David Cameron si è impegnato a tenere ”, ha affermato Goldman. È probabile che le elezioni siano le più vicine in memoria a causa dell’ascesa di nazionalisti antieuropei e scozzesi che hanno creato incertezza non vista in Gran Bretagna dagli anni ’70. Non è stato immediatamente chiaro cosa intendesse con un voto di conferma. Per le migliaia di impiegati bancari presenti, il referendum di giovedì per lasciare l’Unione Europea complica le cose e minaccia i posti di lavoro, dal momento che non avrebbe più senso che un paese extra-UE sia un hub per le attività economiche dell’UE.

Un portavoce di Goldman Sachs a Londra ha rifiutato di commentare o elaborare ulteriormente. Un portavoce di Goldman Sachs oggi ha negato che la banca di investimento si fosse decisa a trasferire la sua attività di gestione patrimoniale a Dublino. Un portavoce del Dipartimento per l’uscita dall’Unione europea ha dichiarato che non ci sarà un secondo referendum.

Si prevede che circa 20 dipendenti si trasferiranno a Dublino secondo i piani, poiché la società intende espandersi in tutta Europa. Al contrario, la società bancaria impiega solo 200 dipendenti a Francoforte e circa 100 a Parigi. La maggior parte delle aziende britanniche ritarderà gli investimenti e ridurrà i piani di assunzione a meno che un accordo di transizione sulla Brexit non venga concordato all’inizio del prossimo anno, i dirigenti dell’azienda lo hanno avvertito.

Le banche hanno lavorato alla loro risposta al voto per diversi mesi dopo gli avvertimenti prima del referendum di giugno che un tale risultato avrebbe comportato il trasferimento di posti di lavoro. In base alle norme dell’UE, le banche di qualsiasi paese membro possono commerciare liberamente in tutto il blocco. La banca ha confermato la scorsa settimana che stava affittando spazi per uffici nella città tedesca. Le banche di investimento globali e le grandi società hanno usato Londra come base europea per anni, grazie alle tasse basse, alla vicinanza alla terraferma e, naturalmente, a una forza lavoro di lingua inglese. Molte banche globali, tra cui Goldman Sachs, usano Londra come trampolino di lancio per le loro attività europee. HSBC e UBS hanno avvertito di poter trasferire 1.000 posti di lavoro da Londra.