Alcuni dei mercati più eclatanti da tenere d’occhio nell’aprile 2020 includono Euro, Yen giapponese, Dollaro canadese, Dollaro australiano, Franco svizzero, Corona norvegese, Sterlina, Dollaro neozelandese, Fiorino ungherese, Peso filippino, Peso messicano, Corona svedese, Hong Dollaro di Kong, Peso argentino, Corona norvegese, Franco svizzero, Dollaro canadese, Dollaro australiano, Franco svizzero, Yuan e Marco tedesco. I fondamentali del mercato sono molto forti per queste valute; tuttavia, alcune delle valute dei mercati emergenti sono relativamente deboli, in particolare il dollaro e lo yen.

Al contrario, l’euro si trova ad affrontare una serie di venti contrari, tra cui la domanda più debole di euro in altri paesi a causa del rallentamento economico in Europa, una continua guerra dei prezzi tra il dollaro USA e l’euro contro lo Yuan cinese, una banca centrale europea traballante che potrebbe costringere l’Euro a indebolirsi rispetto alle altre principali valute e prolungare la pressione al ribasso sull’Euro. Inoltre, l’euro è vulnerabile a un ulteriore deprezzamento a causa dei deboli sviluppi politici ed economici in Europa. Lo yen giapponese continua a essere sostenuto dalla forte popolarità del primo ministro Abe e dalla sua volontà di perseguire una politica monetaria molto più aggressiva, che potrebbe portare a una crescita e deflazione più forti in Giappone. Nel frattempo, il dollaro canadese sta affrontando crescenti pressioni dal calo dei prezzi del petrolio, un dollaro USA indebolito e timori per l’instabilità politica in Canada.

Il dollaro USA si trova ad affrontare problemi sempre più intensi in quanto sta lottando per riprendersi dalla recente divergenza tra il dollaro USA e lo Yuan cinese. La Federal Reserve sta lottando per raggiungere il suo obiettivo di inflazione, la crisi dell’euro è altamente incerta e negli Stati Uniti è stata osservata una debole attività economica Lo Yuan cinese ha subito perdite sostanziali a causa di un forte deprezzamento dello Yuan cinese. Inoltre, la domanda più debole per il dollaro USA è stata osservata dalle banche e nel settore della vendita al dettaglio.

Il franco svizzero continua a essere una valuta forte nonostante le preoccupazioni per la sua stabilità, ma deve affrontare le sfide della crescente forza dello Yuan cinese. Inoltre, un euro più debole, prezzi del petrolio più bassi e una crescente instabilità in Europa potrebbero rallentare la ripresa del franco svizzero. Al contrario, la sterlina britannica sta beneficiando del calo del dollaro e della maggiore domanda di sterlina britannica da entrambe le banche centrali in Europa.

Mentre il dollaro canadese ha beneficiato di un dollaro USA più debole, l’economia canadese rimane fragile e l’attenuazione della crescita degli Stati Uniti avrà alcune conseguenze negative per il dollaro canadese. Il dollaro neozelandese ha continuato a mostrare un forte apprezzamento nei confronti delle altre principali valute a causa dell’incertezza economica negli Stati Uniti, dei bassi prezzi del petrolio e dell’indebolimento del dollaro USA. Nel frattempo, il Dollaro australiano è stato particolarmente forte quest’anno grazie agli sforzi di recupero della Federal Reserve, alla maggiore domanda di Dollaro australiano dagli Stati Uniti e oltreoceano e da un dollaro USA più debole.

La Rial iraniana deve affrontare anche una serie di venti contrari, tra cui la crescente pressione degli Stati Uniti sulla questione della proliferazione nucleare, dell’aumento del rischio politico per il regime e delle crescenti tensioni tra l’Iran e il suo rivale regionale dell’Arabia Saudita.

Per quanto riguarda la sterlina, un ulteriore deprezzamento della sterlina renderà probabilmente il Regno Unito più attraente per gli investitori a causa della forte domanda di sterlina britannica sia dal Regno Unito che dall’estero.

Per quanto riguarda la sterlina inglese, l’ulteriore indebolimento della sterlina probabilmente intensificherà la pressione sulla sterlina britannica, soprattutto a causa del rafforzamento del Regno Unito e dell’aumento del dollaro USA. Esistono diverse altre valute dei mercati emergenti con fondamentali solidi, ma sono vulnerabili a tensioni geopolitiche rinnovate e condizioni economiche deboli nei loro paesi di origine.

Maggiori informazioni sul sito FIBO Group