Perché un aumento del commercio al dettaglio può segnalare un’altra mania

Il panico nel mercato finanziario ha portato gli investitori a chiedere a gran voce un ritorno a livelli “normali”. I primi segni di panico si vedono comunemente nel tipo di comportamento mostrato dai guru del mercato durante il recente crollo del mercato azionario. I commercianti hanno cercato freneticamente di ritirarsi dalle loro posizioni. Alcuni hanno persino fatto promesse folli che il mercato cadrà di nuovo e che saranno ricchi entro la fine della giornata. Queste mosse di panico hanno avviato una svendita nel mercato azionario poiché le azioni sono state scaricate a nuovi minimi.

Se sei uno di quegli investitori che avevano comprato azioni ai vertici del mercato, il giorno dopo un altro attacco di panico, allora ora è il momento di vendere. Non sei solo. Mosse simili sono state osservate durante la crisi finanziaria globale. Gli investitori che si erano aggrappati alle proprie azioni per troppo tempo si sono ritrovati a perdere ancora più soldi di prima.

Uno dei motivi per cui può verificarsi un crollo del mercato azionario è dovuto al fatto che troppi trader vendono le loro azioni troppo presto. Nel caso della Grande Depressione, c’è stata una forte spinta alla chiusura dell’attività entro la fine di ogni mese. Il risultato è stato che le aziende, anche quelle grandi, sono state costrette a chiudere. Molte attività chiuse sono andate completamente a gambe all’aria.

Questo è simile a ciò che può accadere nel mercato finanziario se le masse credono che sia in arrivo un altro attacco di panico. Gli investitori, spaventati dal futuro, iniziano a ritirare i propri investimenti. Ciò fa sì che il prezzo delle azioni scenda e il mercato inizia a cadere. Come durante la Grande Depressione, ci sarà una massiccia svendita nel mercato azionario ei prezzi inizieranno a scendere.

Cosa dovremmo imparare da questo esempio? In primo luogo, dobbiamo renderci conto che ogni mercato sperimenterà un periodo di maggiore ansia prima di stabilizzarsi. Il mercato potrebbe vedere un altro periodo di “mini panico” prima di riprendersi. Potremmo anche assistere a un aumento degli scambi di azioni al dettaglio prima che si verifichi un altro periodo di “mini panico”. È importante tenere presente che nessuna singola causa sarà responsabile di tutti gli aumenti dell’ansia del mercato.

Tuttavia, in termini di esempi sopra, gli investitori che hanno acquistato ai vertici del mercato si troveranno in un brusco risveglio una volta che il mercato inizierà a stabilizzarsi. Dopo il secondo “mini-panico”, l’investitore esperto avrà venduto le sue azioni. In altre parole, il trader esperto del mercato avrà acquistato alcune azioni nella parte superiore del mercato e le venderà prima che si verifichi un altro rally. Poiché il secondo picco dell’attività di mercato è già avvenuto, non passerà molto tempo prima che gli investitori tornino al mercato azionario.

Ecco la conclusione: se sei preoccupato per un altro round di panico nel commercio al dettaglio, è probabile che non sia stato posizionato correttamente. Niente panico. Aspetta che il mercato si stabilizzi di nuovo. Se ultimamente ti stai assumendo troppi rischi, riduci le perdite ora. La pazienza è all’ordine del giorno!

Ora ecco la parte importante: come fai a sapere quando è il momento di incassare le tue posizioni di trading al dettaglio? La risposta è semplice. Quando un mercato ha raggiunto i suoi punti più bassi ed è sul punto di scendere ulteriormente, compra. Tenere le scorte troppo a lungo può indicare una mancata pianificazione in modo appropriato o addirittura un riconoscimento completo di un’opportunità. È ora di vendere! C’è davvero una regola di panico per questo!

Un’altra domanda da porsi quando si considera un aumento del panico nel commercio al dettaglio è: quanto tempo ci vorrà per recuperare le perdite? Il mercato si riprende da qualsiasi disastro in tempi relativamente brevi, soprattutto quando è inevitabile. Potrebbero essere necessarie settimane, mesi o addirittura anni per riprendersi completamente da un calo del mercato. Durante questo periodo, tuttavia, è importante utilizzare una parte del tuo capitale con saggezza e ottenere il maggior volume possibile. Ti ritroverai anche con più soldi a tua disposizione una volta tornato sul mercato.

Ecco un’ultima domanda a cui rispondere: è un attacco di panico o una vera indicazione che il mercato si sta riprendendo? Alcuni investitori sono presi dal panico solo perché non stanno guadagnando tutti i soldi che si aspettavano. Va benissimo. Ciò che non va bene è picchiarti per un’opportunità persa. I mercati si muovono, anche su e giù in momenti casuali. Non sprecare le tue energie pensando a quanto hai fallito.

Se ti ritrovi al ginocchio nel panico del commercio al dettaglio, non preoccuparti. Non c’è bisogno di picchiarti per questo. Cerca solo di capire cosa è andato storto e non farlo di nuovo. Starai molto meglio per questo. E inoltre, probabilmente è meglio non picchiarti per questo se si scopre essere un altro attacco di panico.